Esiti dei Bandi di finanziamento promossi nel primo semestre 2018

La Fondazione Carisbo ha pubblicato gli esiti dei Bandi di finanziamento promossi nella prima metà del 2018, a sostegno di progettualità proposte da organizzazioni senza fini di lucro del territorio e inerenti i diversi ambiti di intervento in cui opera la Fondazione, sulla base dei criteri già esplicitati nei Bandi. In particolare: la coerenza progettuale in relazione agli obiettivi e alla capacità di risposta al bisogno, il cofinanziamento e il coinvolgimento dei partner nell’iniziativa, il numero e la tipologia di beneficiari coinvolti, la dimensione dell’organizzazione e l’ambito di attività.

 

Bando Welfare Territoriale in numeri

Fondazione Carisbo ha destinato € 999.651 a 51 progetti selezionati attraverso il Bando Welfare Territoriale, rivolto a enti e associazioni di volontariato, cooperative sociali e altri organismi del Terzo Settore nell’intera zona metropolitana di Bologna. Il bando ha inteso fornire risposte concrete e strumenti pratici d’intervento con riguardo alle realtà del disagio giovanile (15), della disabilità (22) e delle nuove povertà (14). Si è calcolato che i beneficiari dei progetti saranno circa 2.600 persone suddivisi tra disabili, giovani in condizione di disagio e famiglie in difficoltà economica e che l’impatto finanziario complessivo dell’operato della Fondazione sarà di circa 3 milioni di euro.
La valutazione dei progetti si è basata, oltre che sulla coerenza del progetto rispetto all’obiettivo del bando e alle linee di indirizzo della Fondazione, sull’innovatività dell’idea progettuale e sulla sua sostenibilità, ossia la capacità del progetto di auto-sostenersi nel tempo dal punto di vista economico-finanziario. Sono stati considerati inoltre la ricaduta del progetto sul territorio, il numero di beneficiari, la quantità e la qualità delle risorse umane coinvolte, la congruità del piano economico ed infine la presenza di eventuali altre risorse finanziarie messe a disposizione da terzi.

 

Bando Innovazione Scolastica in numeri

Sono stati 47 i progetti selezionati con un impegno economico di € 731.300. Attraverso il Bando Innovazione Scolastica la Fondazione Carisbo ha voluto favorire la formazione degli studenti in una scuola di qualità attraverso lo sviluppo di competenze solide e mediante la lotta a fenomeni quali la dispersione scolastica, il bullismo e l’assistenza rivolta agli studenti svantaggiati. Allo stesso tempo, la Fondazione ha inteso offrire migliorie al lavoro degli insegnanti, garantendo strumenti all’avanguardia sul piano tecnologico e sostenendo le attività volte all’integrazione scolastica e formativa degli studenti con bisogni educativi speciali, al fine di agevolarne l’inserimento sociale, scolastico e, in futuro, lavorativo.
Tra i progetti selezionati quelli di 46 istituti scolastici secondari di primo e secondo grado di Bologna e del territorio metropolitano: Bazzano, Budrio, Castiglione dei Pepoli, Castel San Pietro Terme, San Giovanni in Persiceto,  Castel Maggiore, Crevalcore, Casalecchio di Reno, Castenaso, Grizzana Morandi, Imola, Monzuno, Porretta Terme , San Lazzaro di Savena, Sant’Agata Bolognese e Vergato, per un totale di oltre 20.000 studenti coinvolti.
Il forte riscontro d’interesse ottenuto dal bando, ha convinto il Consiglio di Amministrazione della Fondazione ad integrare il budget iniziale (fissato in  € 500.000) con ulteriori € 231.300.
La valutazione dei progetti è avvenuta sulla base di criteri quali la capacità di individuazione dei bisogni ed efficacia delle risposte; l’eventuale riproducibilità e sostenibilità del progetto, cioè la capacità di autofinanziamento e di aggiornamento del progetto nel tempo; il valore dell’iniziativa in termini di originalità e innovatività.

 

Bando Rigenerazione Urbana: conclusa la fase di pre-selezione

Sono 9 i progetti scelti  nella fase di pre-selezione della “chiamata” con cui Fondazione Carisbo ha messo a disposizione € 500.000 per il sostegno a progetti innovativi di recupero, riuso e riattivazione di spazi destinati alla fruizione pubblica, ad attività culturali, sociali e ricreative.
Il bando ha registrato una risposta dal territorio diffusa e, nell’ambito della selezione finale – che prenderà avvio il 16 giugno 2018 e si concluderà il 28 settembre 2018 – le organizzazioni dovranno dettagliare le idee progettuali presentate, fornendo i rispettivi particolari realizzativi, economici e di sostenibilità funzionali a una definitiva valutazione di fattibilità dei singoli progetti.

Condividi su: