1044 West 23th Street
Suite 721 New York NY 10010

La Fondazione Carisbo vara il Documento Programmatico Previsionale 2020

Fondazione-Carisbo-Documento-Programmatico-Previsionale-2020

Il Documento Programmatico Previsionale 2020 (DPP), approvato all’unanimità dal Collegio di Indirizzo della Fondazione Carisbo nella seduta del 29 ottobre 2019, rappresenta lo strumento di dettaglio in cui trovano attuazione le finalità e gli obiettivi strategici annuali contenuti nelle Linee di indirizzo triennali.

L’esercizio 2020 chiude la pianificazione triennale (2018-2020) e al contempo anticipa la dinamica programmatoria che sarà definita nel corso del prossimo esercizio guardando all’orizzonte temporale 2021-2023.

Il Piano strategico varato dalla Fondazione ha quindi tenuto necessariamente in considerazione lo scenario delineato e, al contempo, non ha potuto prescindere dall’evoluzione del contesto sociale ed economico, stimolando una riflessione a tutto campo da parte della Fondazione, oggi ancora di più soggetto promotore di un nuovo ruolo propositivo e aggregante, tra pubblico e privato, per garantire al territorio di riferimento un duraturo supporto allo sviluppo.

Il DPP fissa le risorse disponibili per l’attività 2020 con l’indicazione delle linee guida generali, delle modalità di intervento privilegiate e la declinazione delle azioni specifiche da attuare in ciascuna delle tre macro-aree individuate quali ambiti prioritari di azione: Area Welfare, Area Arte e cultura e Area Sviluppo del territorio, formazione e ricerca riconducibili ai settori identificati nel D. Lgs. n.153/99 e individuati come rilevanti, rispettivamente “Volontariato, filantropia e beneficienza”, “Arte, attività e beni culturali”, “Educazione, istruzione e formazione”, accompagnata alla “Ricerca scientifica e tecnologica”. Le indicazioni di priorità non escludono la possibilità per la Fondazione di agire negli altri settori ammessi dal Legislatore e previsti dalla citata normativa in presenza di situazioni di urgenza, necessità o di particolare interesse.

Il Documento Programmatico individua risorse disponibili che derivano da previsioni prudenziali a tutela dell’integrità del patrimonio, emerse dalle analisi sviluppate in collaborazione con l’Advisor finanziario circa la probabile capacità reddituale della Fondazione, tramite i proventi realizzati ogni anno dalla gestione del portafoglio e al netto degli accantonamenti previsti dalla legge e dallo Statuto per la salvaguardia del patrimonio.

Si prevede di mantenere inalterato il volume di attività per il 2020, confermando la misura di 18 milioni di euro, importo che risulta coerente con gli impegni pluriennali assunti in precedenza e compatibile con le riserve già allocate, anche in relazione al flusso di proventi registrato nell’esercizio 2019. In relazione alle prossime Linee di Indirizzo Triennali (2021-2023) si anticipa la tendenza, affinché assuma carattere prioritario il duplice obiettivo sia di garantire quanto più possibile un livello stabile e continuativo delle erogazioni nel lungo periodo a beneficio del territorio, sia di aumentare il livello di salvaguardia del patrimonio in termini reali e in relazione ai mutevoli scenari di mercato.


La ripartizione delle risorse disponibili per l’attività erogativa 2020

L’Area Welfare si conferma come prioritaria con investimenti per complessivi 7,1 milioni di euro, in risposta alla complessità dei bisogni diffusi e delle emergenze sociali per abbracciare quanto più possibile la comunità, mediante il ricorso a modalità di intervento diverse, da quelle più tradizionali a quelle della filantropia moderna.

Sono diverse le misure di intervento delineate per il 2020:

SERVIZI ALLA PERSONA

bando Infanzia [15 gennaio – 15 marzo | 250.000 euro], per la prima volta introdotto con l’obiettivo di offrire un sostegno alle famiglie attraverso l’ampliamento dei servizi educativi e didattici rivolti ai bambini (0-6 anni) e alla sicurezza delle strutture che accolgono gli stessi;

bando Nuove età [15 gennaio – 15 marzo | 400.000 euro], in continuità con il 2019 per sostenere progetti volti a prevenire o contrastare l’isolamento sociale, il decadimento fisico e cognitivo degli anziani in condizione di fragilità, con attenzione particolare alle persone sole e ai loro caregivers;

bando Mai soli [15 gennaio – 15 marzo | 300.000 euro], in continuità con il 2019 e volto alla sperimentazione di soluzioni nuove, efficaci e sostenibili per favorire l’integrazione sociale, la valorizzazione delle capacità delle persone diversamente abili in tutti gli ambiti della vita quotidiana.

INCLUSIONE SOCIALE

bando Welfare di comunità e generativo [15 gennaio – 15 marzo | 800.000 euro], rinnovando il bando a portata generale finalizzato a interventi orientati allo sviluppo di reti di prossimità e al supporto di servizi resi in favore di persone indigenti;

progetto Insieme [in corso d’anno | 200.000 euro], in collaborazione con l’Arcidiocesi di Bologna e la Caritas Diocesana per attivare specifiche misure di intervento inclusive come l’accoglienza e l’abitare solidale, attraverso il potenziamento dei Centri di Ascolto coordinati dalla Caritas in zone della città di Bologna ad elevato indice di fragilità sociale, e la gestione costruttiva del tempo extra-scolastico;

bando Per le emergenze [sessione erogativa sempre aperta | 150.000 euro], per la prima volta rivolto a tutte le organizzazioni non profit che si occupano di servizi alla persona e che, temporaneamente, non siano in grado di fornire risposte a bisogni urgenti.

HOUSING SOCIALE

progetto di recupero della ex clinica Beretta [in corso d’anno | 1.000.000 euro], in attuazione al protocollo di intesa definito nel 2019 con il Comune di Bologna per la realizzazione di oltre 20 appartamenti prevedibilmente assegnati, in fase di prima attuazione, a famiglie e giovani coppie a basso reddito;

progetto Student Housing [in corso d’anno | 1.000.000 euro], dando seguito allo studio di fattibilità avviato nel 2019 per verificare la possibile riconversione di un edificio nel centro di Bologna, da destinare prevalentemente a studentato, anche nella forma di pensionato multiutenza, con prioritaria attenzione prioritaria a coloro che si trovano in condizioni di svantaggio, non solo economico;

progetto E-care (valorizzazione dell’immobile “Argelato”) [in corso d’anno | 800.000 euro], iniziativa diretta della Fondazione per l’avvio del progetto di recupero e valorizzazione dell’immobile di proprietà “Argelato”, da dedicare prioritariamente all’accoglienza di donne vittime di violenza di genere (anche con figli).

AZIONI DI SISTEMA

Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile [in corso d’anno | 1.500.000 euro], iniziativa nazionale frutto di un’intesa tra l’Acri e il Governo, in collaborazione con il Forum Nazionale Terzo Settore, promossa con l’obiettivo di rimuovere gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori, tramite l’operatività dell’impresa sociale Con i Bambini per la pubblicazione di bandi indirizzati alle fasce d’età dalla prima infanzia all’intera adolescenza (0-17 anni);

investimenti correlati alla missione: fondi social impact [in corso d’anno | 500.000 euro], allocando parte delle risorse dedicate all’attività istituzionale nell’impact investing e nella finanza inclusiva, creando una relazione sistemica e organizzata con il mondo dell’impresa sociale innovativa;

Fondo regionale per le aree in difficoltà [in corso d’anno | 150.000 euro], in linea con il Protocollo di intesa Acri-Mef per promuovere iniziative di concertazione con le Fondazioni di origine bancaria presenti in Emilia-Romagna, intervenendo in modo solidale nei territori che stentano a registrare opportunità di crescita tali da consentire la realizzazione di progettualità specifiche.

L’impegno previsto nell’Area Arte e Cultura ammonta a 5,5 milioni di euro complessivi, declinati nelle seguenti misure di intervento:

VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO STORICO E ARTISTICO E PARTECIPAZIONE ALLA VITA CULTURALE

progetto Genus Bononiae [in corso d’anno | 4.300.000 euro], attraverso la Società strumentale Museo della Città di Bologna per dare continuità a tutte le attività in programma nel 2020 nell’ambito del percorso culturale, artistico e museale, articolato in palazzi storici situati nel centro di Bologna;

bando Riscopriamo la città [1° giugno – 15 luglio | 300.000 euro], giunto alla seconda edizione, dedicato al recupero del patrimonio storico, artistico e architettonico presente sul territorio, con il fine di attrarre nuovo pubblico e favorire la nascita di specifici programmi di promozione turistica, sostenendo il turismo culturale di tutta l’area metropolitana e incentivando il pluralismo delle espressioni artistiche, dei linguaggi, delle modalità espressive con attenzione particolare per le arti visive;

progetto Digital Library [in corso d’anno | 50.000 euro], sperimentazione avviata nel 2019 che troverà continuità nel 2020 per offrire l’accesso al patrimonio documentale e librario della Fondazione conservato nella Biblioteca di San Giorgio in Poggiale, creando un’inedita visione d’insieme dei contenuti digitalizzati, segnatamente bolognesi e della regione, tra i più significativi e legati in modo particolare agli anni del diciannovesimo secolo che videro nascere la Cassa di Risparmio in Bologna;

progetto Dono [in corso d’anno | 10.000 euro], nuova iniziativa diretta con l’obiettivo di attirare e promuovere donazioni, da parte di privati, che la Fondazione valorizzerà nel tempo sia a favore di chi dona sia dell’intera comunità, realizzando incontri tematici e ampliando il sito internet con un’apposita sezione;

valorizzazione del patrimonio culturale e artistico di proprietà [in corso d’anno | 220.000 euro], proseguendo specialmente l’attività di valorizzazione della Rocchetta Mattei attraverso la collaborazione istituzionale definita con il Comune di Grizzana Morandi, l’Unione dei Comuni dell’Appennino Bolognese e la Città metropolitana di Bologna, per concludere entro il 2020 la ristrutturazione dell’edificio “Mercantone”, attiguo alla Rocchetta Mattei nel quale troveranno sede espositiva di numerosi strumenti musicali meccanici antichi della Collezione Marini, acquistata nel 2008 dalla Fondazione.

AZIONI DI SISTEMA

Teatro Comunale di Bologna [in corso d’anno | 430.000 euro], di cui la Fondazione è socio fondatore, dando continuità sia al pluriennale impegno economico a sostegno dell’attività, sia nella gestione con un proprio designato nel Consiglio di Indirizzo del Teatro.

All’Area sviluppo del territorio, formazione e ricerca vengono complessivamente destinati 5,35 milioni di euro, declinati nelle seguenti misure di intervento:

VALORIZZAZIONE DELLE COMPETENZE E DEL CAPITALE UMANO

progetto European Research Council [in corso d’anno | 200.000 euro], a vantaggio dell’attrattività del contesto di ricerca locale per attrarre sul territorio, in collaborazione con l’Università di Bologna, ricercatori stranieri o italiani all’estero già titolari di un finanziamento ERC;

progetto Ricercatori [in corso d’anno | 400.000 euro], per il finanziamento di borse di dottorato triennali, in collaborazione con l’Università di Bologna, in ambiti di ricerca strategici ad alto impatto sociale;

bando Innovazione scolastica [15 gennaio – 15 marzo | 600.000 euro], in continuità con i programmi promossi nel biennio 2018/2019 e in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia-Romagna;

bando Fair Play! [1° giugno – 15 luglio | 900.000 euro], proseguendo la sperimentazione avviata nel 2019, con una particolare attenzione alla fascia delle abilità diverse in relazione alle aree tematiche di sport e valori, sport e salute, sport e inclusione;

progetto FormazionEuropa [in corso d’anno | 150.000 euro], seconda edizione del programma di scambio internazionale, in partnership con Fondazione Intercultura e l’USR per l’Emilia-Romagna, mediante borse di studio offerte a studenti meritevoli e bisognosi, degli Istituti di Istruzione Superiore presenti nell’area metropolitana, che intendono trascorrere all’estero periodi di studio.

RICERCA E SVILUPPO

bando Ricerca medica traslazionale e clinica [1° giugno – 15 luglio | 400.000 euro], in continuità al programma avviato nel 2019 e dedicato a progetti e interventi funzionali al miglioramento della qualità del sistema sanitario nell’area metropolitana di Bologna, al fine di sostenere iniziative di collaborazione tra i presidi sanitari e di ricerca locali e i Centri di nazionali di eccellenza;

bando Alta tecnologia [15 gennaio – 15 marzo | 500.000 euro], per la prima volta promosso per sostenere e facilitare l’acquisto di grandi attrezzature scientifiche, in particolare mediche, con l’obiettivo di contribuire a innalzare il livello di innovazione tecnologica dei centri e laboratori di ricerca, favorendone la competitività;

progetto BIG – Booster Innovation Garage by Fondazione Carisbo [in corso d’anno | 250.000 euro], nuova iniziativa diretta della Fondazione vedrà la nascita a Bologna di uno spazio attrezzato e flessibile di circa mille mq, dedicato all’innovazione, alla ricerca, al talento e alle idee per ospitare a rotazione, con la collaborazione di operatori specializzati, imprese innovative e digitali, a vocazione sociale, alle quali fornire ingredienti indispensabili per la crescita e momenti di incontro per i giovani che si affacciano al mondo del lavoro.

EMPOWERMENT

progetto LIFE – Lavoro, Integrazione, Formazione, Empowerment [in corso d’anno | 300.000 euro], nuova iniziativa diretta della Fondazione al fine di promuovere, in collaborazione con partner qualificati e selezionati, percorsi integrati di supporto sia alla formazione dei giovani e delle organizzazioni del Terzo settore, sia all’integrazione socio-economica dei soggetti vulnerabili;

progetto Riflessi. Progetti e visioni promosse da Fondazione Carisbo [in corso d’anno | 60.000 euro], dopo un primo ciclo di incontri realizzato sul finire del 2019 prevedendo la realizzazione di nuovi appuntamenti nel corso del 2020 presso la sede di Casa Saraceni e presso BIG, il nascente polo dell’innovazione della Fondazione stessa, attraverso confronti su temi di interesse collettivo e di forte attualità alla presenza di relatori autorevoli.

RIGENERAZIONE

bando Rigeneriamo [1° giugno – 15 luglio | 300.000 euro], rappresenta l’evoluzione dell’esperienza svolta nel biennio 2018/2019 con il bando Rigenerazione urbana, e nel 2020 si arricchirà di una misura aggiuntiva di sostegno all’ambiente e alla sua salvaguardia.

AZIONI DI SISTEMA

investimenti correlati alla missione (Fondo Venture Capital) e startup [in corso d’anno | 680.000 euro], da un lato promuovendo un nuovo investimento istituzionale nel settore del venture capital ad indirizzo altamente tecnologico.

Il Documento Programmatico Previsionale 2020 è integralmente consultabile nella sezione “Documenti e trasparenza”.

Share