Inaugurazione del Fondo Concetto Pozzati

Concetto Pozzati, ciclo “CiaoRoberta”, © Vittorio Valentini

Sabato 1 dicembre 2018 alle ore 12, giornata in cui ricorre la nascita di Con­cetto Pozzati, a poco più di un anno dalla scomparsa, viene inaugurato il Fondo Concetto Pozzati che trova colloca­zione all’interno della Biblioteca Emeroteca del MAMbo, situata al primo piano del museo, spe­cializzata in arte moderna e contemporanea e aperta al pubblico per la libera consultazione. La nuova sala dedicata interamente alla raccolta donata al MAMbo e alla città di Bologna dai figli Jacopo e Maura Pozzati, è resa accessibile al pubblico grazie al generoso contributo di: Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna, Francesco Amante, Marino e Paola Golinelli, Lorenzo Sassoli de Bianchi, Coop Alleanza 3.0, Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, Fondazione MAST, Gruppo Hera, Gruppo Unipol, IBC – Istituto per i beni artistici, culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna.

Dell’intero corpus donato dai figli dell’artista sono stati resi consultabili libri, cataloghi, mono­grafie e riviste attinenti al taglio contemporaneista della biblioteca. Il fondo si articola in quat­tro sezioni tematiche:
– monografie e cataloghi monografici;
– cataloghi di mostre collettive italiane e straniere;
– saggi, testi critici e scritti d’artista;
– riviste specializzate.

La varietà delle pubblicazioni riflette la natura eclettica degli interessi di Concetto Pozzati arti­sta e docente, con particolare riferimento all’arte italiana tra gli anni Cinquanta e Settanta. Si tratta di un patrimonio che i figli dell’artista hanno voluto generosamente condividere con il pubblico tramite un museo al quale Pozzati era legato, avendone personalmente stimolato e seguito la nascita come Assessore alla Cultura del Comune di Bologna tra il 1993 e il 1996, ma anche come artista presente in collezione permanente con diverse opere, protagoniste della mostra personale che il MAMbo gli ha dedicato nel 2015, festeggiandone l’ottantesimo compleanno.

Nelle diverse sezioni del fondo spiccano numerosi volumi in cui si trovano appunti di Pozzati o dediche autografe di artisti con i quali c’era un evidente rapporto di amicizia e stima, oltre che professionale, tra i quali: Piero Dorazio, Giosetta Fioroni, Davide Benati, Franco Guerzoni, Piero Gilardi.

Numerose le monografie su autori di riferimento, tra i più cari a Pozzati: Burri, De Chirico, Max Ernst, Boccioni, Schifano, Picasso, Vedova.

Da segnalare anche alcune rarità quali ad esempio: Paul Cezanne di Julius Meier-Graefe, edizione R. Piper & Co., Munchen 1913; George Grosz di Willi Wolfradt, edizione Klinkhardt & Biermann, Leipzig, 1921; Watching my name go by, document by Mervyn Kurlansky & Jon Naar, text By Norman Mailer, ed. Mathews Miller Dunbar, London 1974; Piero Manzoni, opere & giorni a cura di Sarenco, 1973; Kounellis, I giuochi, il giardino. Galleria L’Attico, Roma, 1967 [testo di Alberto Boatto]; il secondo numero della rivista Il gesto (portavoce del Movimento Nucleare) del 1957, redattori: Enrico Baj e Sergio Dangelo.

La Biblioteca, che include anche una sezione dedicata a Giorgio Morandi e si arricchisce del Fondo Pozzati, dopo l’inaugurazione di sabato riapre al pubblico da martedì 4 dicembre 2018, con i seguenti orari: martedì, mercoledì e giovedì ore 9–13 e 14–18; venerdì ore 9–14; chiusa sabato, domenica, lunedì e festivi.­

>>> Scarica l’invito all’inaugurazione del Fondo Concetto Pozzati

 

Sabato 1 dicembre 2018, giornata in cui ricorre la nascita di Con­cetto Pozzati, a poco più di un anno dalla scomparsa, tre istituzioni culturali bolognesi partico­larmente amate e significative per l’artista gli dedicano un programma di iniziative che ne ri­cordano il percorso professionale e umano.

Al MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna, oltre all’inaugurazione alle ore 12 della nuova sezione della Biblioteca Emeroteca che accoglie e rende consultabile l’ampia parte riferita all’arte moderna e contemporanea degli oltre 4.000 volumi e riviste donati dai figli Jacopo e Maura Pozza­ti al museo, il corrainiMAMbo artbookshop espone una selezione di opere grafiche e pubblicazioni dell’artista.

La giornata prosegue alle ore 17 all’Accademia di Belle Arti di Bologna con un incontro-ricor­do al quale partecipano ex allievi, artisti, attori, musicisti, scrittori e la proiezione del video realizzato da Maurizio Finotto nello studio di Pozzati.

In serata, alle ore 18.30, si tiene l’inaugurazione della retrospettiva Lungo gli anni…Concetto Pozzati alla de’ Foscherari presso la Galleria de’ Foscherari.

 

Condividi su: