Povertà in aumento tra i giovani: i progetti di Fondazione Carisbo

Povertà progetti Fondazione Carisbo 2017

Giovani sempre più poveri: cresce il numero di ragazzi e minori in condizioni di povertà assoluta. E’ quanto riportato nel nuovo rapporto Istat sulla povertà, pubblicato pochi giorni fa sul sito dell’Istituto, con riferimento all’anno 2016. Se, da un lato, i dati confermano una sostanziale stabilità della povertà assoluta di famiglie e individui tra il 2015 e il 2016, dall’altro il 2016 ha fatto registrare un aumento del numero di giovani indigenti. Sale dal 18,3% del 2015 al 26,8% del 2016, infatti, l’incidenza della povertà assoluta tra le famiglie con tre o più figli minori, coinvolgendo più di 290 mila ragazzi su tutto il territorio nazionale. Particolarmente sentito al Centro Italia, il problema coinvolge famiglie e individui di diversa estrazione sociale. Il documento rivela infatti lo stretto rapporto tra la posizione professionale della persona e l’incidenza della povertà assoluta: sono l’1,5 % le famiglie in condizione di povertà assoluta il cui componente di riferimento lavora come dirigente, quadro o impiegato, contro il 12,6% di famiglie la cui persona di riferimento è un operaio. Un quadro che, per quanto stabile, mantiene comunque numeri piuttosto elevati che solo una dare una risposta concreta da più parti potrà risolvere.

I progetti della Fondazione Carisbo contro la povertà

Fondazione Carisbo è impegnata da anni nella lotta contro la povertà attraverso progetti di assistenza e sviluppo sociale. Tra questi, ricordiamo la recente ristrutturazione della Mensa dell’Antoniano Onlus, che ospita ogni giorno più di 100 individui e ben 30 famiglie in condizione di necessità; e il sostegno all’iniziativa “Dispensa Solidale” gestita dalla Cooperativa Babele che, grazie al finanziamento della Fondazione, ha potuto dotarsi di attrezzature e mezzi di trasporto utili alla distribuzione delle eccedenze alimentari di mense aziendali e altri donatori presso le famiglie indigenti di numerosi comuni della provincia. Inoltre, attraverso la Caritas, Fondazione Carisbo sostiene il progetto “Emergenza Famiglie” finanziando strutture assistenziali e iniziative indirizzate a famiglie in difficoltà economica che trovano supporto nella gestione dei bisogni primari, quali l’alimentazione e le spese sanitarie e scolastiche.

I giovani al centro

Sempre nel rapporto “Italia e povertà” sopra citato si legge che La povertà relativa colpisce di più le famiglie giovani: raggiunge il 14,6% se la persona di riferimento è un under35 mentre scende al 7,9% nel caso di un ultra sessantaquattrenne”. L’istantanea dell’Istat conferma dunque che proprio i minori rimangono tra i soggetti più coinvolti anche in termini di povertà relativa. Aderendo al Fondo per il contrasto della povertà minorile Fondazione Carisbo ha da tempo evidenziato la volontà concreta di contrastare questa condizione, favorendo la rimozione degli ostacoli di natura economica e sociale che impediscono l’accesso all’istruzione dei più piccoli. Un impegno particolarmente significativo soprattutto se si considera il dato Istat relativo al rapporto inverso tra povertà assoluta e titolo di studio: al crescere della prima diminuisce infatti il secondo con il risultato che i diplomati indigenti sono la metà (4%) delle persone con sola licenza elementare (8%).

Condividi su: