1044 West 23th Street
Suite 721 New York NY 10010

Presentazione volume L’Italia dei Disastri. Dati e riflessioni sull’impatto degli eventi naturali 1861-2013

Mercoledì 5 marzo 2014 alle ore 17 presso la Biblioteca d’Arte e di Storia di San Giorgio in Poggiale (via N. Sauro, 20/2 – Bologna) si terrà la presentazione del volume a cura di Emanuela Guidoboni e Gianluca Valensise L’Italia dei Disastri. Dati e riflessioni sull’impatto degli eventi naturali 1861-2013 (Bononia University Press). Ingresso libero.

Saluti
Fabio Roversi-Monaco

Presidente Genus Bononiae

Intervengono
Emanuela Guidoboni
EEDIS, Centro Euromediterraneo di Documentazione Eventi Estremi e Disastri

Giovanni Martinelli
ITALIA NOSTRA, Associazione nazionale per la tutela del patrimonio storico, artistico e naturale della nazione

Gianluca Valensise
INGV, Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia

 

Breve sinossi del volume

Perché accadono i disastri? Quanti ne sono già successi nella storia del nostro Paese? Frane, alluvioni, terremoti, eruzioni hanno segnato e continuano a segnare fortemente l’economia e la società. Aumentano gli eventi estremi o cresce la vulnerabilità del sistema? Quando le due culture – quella scientifica e quella storico-umanistica – si interrogano, emergono non solo i numeri inquietanti dei disastri nel lungo periodo e le loro cause, ma anche riflessioni nuove sulla nostra capacità di interpretare l’accaduto, in un bilancio storico e scientifico inconsueto, che ha per oggetto il futuro.
Il costo medio annuo dei disastri supera i 5,5 miliardi di euro. Il rischio cresce, ma aumenta la prevedibilità degli impatti: è un nuovo quadro che non concede alibi né a decisori e amministratori,
né soprattutto alla coscienza civile.
Questo volume, scritto dai dirigenti del Centro euro-mediterraneo di documentazione Eventi Estremi e Disastri (EEDIS) e dell’INGV di Roma, coinvolge una ventina di esperti con l’obiettivo di evidenziare come oggi siano disponibili molte più conoscenze e strumenti di analisi che in passato che, grazie al dialogo tra scienze della Terra e storia, consentirebbero interventi mirati ed efficaci.

Emanuela Guidoboni è storica dei terremoti e dell’ambiente e dirige il Centro euro-mediterraneo di documentazione Eventi Estremi e Disastri (EEDIS).

Gianluca Valensise è geologo e sismologo ed è dirigente di ricerca all’INGV di Roma e tra i fondatori del Centro EEDIS.

Scarica l’INVITO

Share