1044 West 23th Street
Suite 721 New York NY 10010
Progetto Re-Start
progetto_Re-Start_grande

Fondazione Carisbo e Intesa Sanpaolo annunciano la prima edizione del progetto sperimentale Re-Start, ideato e promosso per favorire l’inserimento lavorativo di persone disoccupate, con contratti della durata minima di 12 mesi, attraverso il finanziamento – i cui interessi saranno rimborsati da Fondazione Carisbo – per l’avvio e lo sviluppo di progetti (con particolare attenzione rivolta alla realizzazione di attività innovative e nuova occupazione giovanile), da parte di cooperative e imprese sociali, associazioni culturali, di promozione sociale e di volontariato, nonché cooperative operanti sul territorio metropolitano di Bologna nel settore delle arti, dello spettacolo, dell’informazione e del tempo libero.

In particolare, la Fondazione mette a disposizione del progetto due plafond distinti: un contributo di 500.000 euro destinato a rimborsare semestralmente la quota interessi dei prestiti concessi da Intesa Sanpaolo ai destinatari (a cui rimane in carico soltanto la quota capitale del finanziamento), e un contributo massimo di 100.000 euro destinato a premiare quei progetti che dimostreranno di aver raggiunto gli obiettivi stabiliti in fase di presentazione delle richieste.

Intesa Sanpaolo stanzia un plafond di 3.000.000 di euro, valuta i progetti ed eroga i finanziamenti, concedendo prestiti per importi da un minimo di 20.000 ad un massimo di 300.000 euro per le cooperative sociali e culturali e le imprese sociali, e da un minimo di 20.000 fino ad un massimo di 50.000 euro per le associazioni culturali, di promozione sociale e di volontariato.

Caratteristiche vincolanti per l’ammissione alla valutazione dei progetti sono:

l’ambito territoriale della città metropolitana di Bologna;

la previsione dell’inserimento lavorativo di disoccupati, regolato da contratti nazionali di categoria di durata minima di 12 mesi, sottoscritti a far data dalla comunicazione della concessione del finanziamento;

la sostenibilità economica e, possibilmente, la replicabilità su larga scala;

per le cooperative e associazioni culturali, la produzione artistica e creativa, la valorizzazione turistica del territorio, la gestione e tutela degli spazi pubblici (ivi compresi parchi, musei, biblioteche, ecc.), dei beni e delle attività culturali.

>>> REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE AL PROGETTO RE-START (PDF – 153 KB)

PER PARTECIPARE AL PROGETTO RE-START E’ NECESSARIO REGISTRARSI NEL PORTALE DELLA FONDAZIONE E PROCEDERE CON LA COMPILAZIONE E INVIO SOLO ONLINE DEI RELATIVI MODULO —–> CLICCA QUI