Il Collegio di Indirizzo rinnova il Collegio dei Revisori e integra l’Organismo di Vigilanza costituito ai sensi del D. Lgs. n. 231/2001

Il Collegio di Indirizzo nella riunione dell’11 giugno 2019 ha rinnovato il Collegio dei Revisori della Fondazione composto da: Dott. Stefano Nannucci e Dott. Stefano Cominetti, confermati a conclusione del primo mandato, ai quali si aggiunge la Dott.ssa Daniela Baesi; Presidente del Collegio dei Revisori è stato nominato Stefano Nannucci.

• Daniela Baesi
Dottore Commercialista, Revisore legale, ha iniziato nel 2012 la collaborazione con lo Studio GdC & Associati in Bologna, dove svolge attività di consulenza in materia societaria, amministrativa e contabile dopo aver ricoperto incarichi nel campo della revisione legale e della finanza.

• Stefano Cominetti
Laureato in Economia e Commercio, iscritto all’Albo degli esercenti la professione di Dottore Commercialista e dei Revisori dei conti, svolge l’attività professionale dal 1981 e diversi incarichi in qualità di Presidente e componente del Collegio dei Revisori in enti e società, nonché di consulente fiscale e societario in importanti gruppi industriali e bancari.

• Stefano Nannucci
Laureato in Economia e Commercio, iscritto all’Albo degli esercenti la professione di Dottore Commercialista e dei Revisori dei conti, svolge attività professionale dal 1984, operando come consulente in materia fiscale e finanziaria, ricoprendo inoltre numerosi incarichi in qualità di Consigliere di Amministrazione e componente di Organi di revisione e controllo in enti, società di capitali e società cooperative.

Il Collegio dei Revisori, che resterà in carica fino al 2022, opera con le attribuzioni di cui all’articolo n. 2403 del Codice Civile.

***

Il Collegio di Indirizzo ha provveduto a integrare l’Organismo di Vigilanza con la nomina di Remo Cuoghi, componente uscente del Collegio dei Revisori della Fondazione, avendo svolto due mandati consecutivi, è Revisore Ufficiale dei Conti iscritto all’Albo e svolge incarichi di Presidente/componente del Collegio Sindacale, del Consiglio di Sorveglianza o del Consiglio di Amministrazione presso diversi enti e società.

L’Organismo di Vigilanza, in carica fino al 2022, è stato costituito in attuazione di quanto previsto dal Codice etico adottato dalla Fondazione, anche con riferimento al D. Lgs n. 231/2001 che condiziona l’esenzione dalla prevista responsabilità amministrativa. L’OdV svolge attività specialistiche che presuppongono la conoscenza di strumenti e tecniche ad hoc e il suo operato deve essere caratterizzato da continuità d’azione. In particolare, tale Organismo deve essere caratterizzato da autonomia e indipendenza, disponendo altresì di poteri di iniziativa e controllo. Ha come principale referente il Consiglio di Amministrazione della Fondazione, con compiti d’informativa e verifica.

 

Condividi su: