La Fondazione Carisbo stanzia il “Fondo Arte Fiera”

ArteFiera

Fondazione Carisbo ha accolto l’invito di #ArteFiera, sotto la direzione artistica di Angela Vettese: fare della prima manifestazione d’arte moderna e contemporanea d’Italia, un’occasione in cui creare sinergie per promuovere lo sviluppo del territorio.

Da qui, la decisione della Fondazione di stanziare, per l’edizione 2018, un fondo fino a € 50.000 per l’acquisizione di una o più opere tra quelle presentate ad #ArteFiera, che andranno ad arricchire le Collezioni d’Arte e di Storia della Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna.

La collaborazione rinnova un impegno che guarda e punta tutto sul futuro. In altre parole, è quel “fare sistema” auspicato proprio da #ArteFiera insieme a Fondazione Carisbo, la scelta di creare connessione fra i vari settori che quotidianamente fanno la ricchezza del territorio, per farlo crescere con forze e progetti condivisi. La missione della Fondazione è nelle premesse di questa iniziativa: investire sulla città, promuovendo la valorizzazione del patrimonio e sostenendo le proposte artistico-culturali che concorrono allo sviluppo locale. E dunque, quale occasione migliore di #ArteFiera, mentre la città vive uno dei momenti culturali più alti ma anche più piacevoli dell’anno, grazie all’impegno dei tanti che nelle stesse giornate organizzano mostre, concerti, presentazioni di libri e tanto altro.

#ArteFiera quindi come l’occasione su cui puntare e uno tra i motori trainanti per la nascita di iniziative che fanno bene alla città, non solo culturali, ma anche imprenditoriali e turistiche, che contribuiscano a rendere Bologna sempre più un hub di sperimentazioni, esperienze e attrazione per visitatori, investimenti e nuove idee. Un momento in cui la città in fermento si apre al mondo dell’arte moderna e contemporanea, e si fa terreno di opportunità per incontrarsi, cogliere le potenzialità offerte dal territorio e costruire relazioni, per immaginare progetti nuovi e consolidare quelli già felicemente avviati.

L’auspicio è di accogliere presto, in un Fondo permanente dedicato alla fiera mercato cittadina, anche altri attori culturali ed economici, offrendo un’attrattiva importante e contribuendo ad arricchire le Collezioni d’Arte in città con una sistematicità oggi difficilmente perseguibile dai soli Musei.

Condividi su: